fbpx
Il viaggio del seme verso la conoscenza si chiama libro

Il viaggio del seme verso la conoscenza si chiama libro.

Tabella dei Contenuti

La lettura è una passione che nasce da un bisogno chiaro, ovvero dalla forte esigenza di prendersi cura della mente per far germogliare in essa il benessere nella nostra vita.

Come può il sapere cambiare la vita?

Con la capacità di trasformare l’esperienza prima di viverla, la conoscenza ci rende pronti ad accogliere ciò che sta per arrivare amplificando il nostro sentire.

Qualsiasi cosa esiste per noi solo dopo avergli dato un nome, cioè dopo averla esplorata col cuore prima di visitarla con la mente.

C’è chi la chiama reminiscenza, chi deja vu, fatto sta che il sapere può gettare luce come una torcia sul nostro futuro… sempre che sia accesa, naturalmente.

Il sapere ci fa sentire la paura, ossia quel sentimento che si prova per l’ignoto.

…Ma anche la gioia, che è pervasiva circa l’esperienza che si andrà a fare.

Il sapere può derivarci da un’esperienza diretta, certo, ma la vita è una ed il tempo limitato.

Sarebbe bello vivere molte vite in una…Per guadagnare esperienza e senso rispetto al domani, intendiamo.

A nostro parere, Sì.

Leggere è un’azione condivisa, che fa sbocciare amicizie profonde…. Prima di tutto con noi stessi.

Condividere ciò che si legge, scambiarsi un libro, regalarlo sono gesti sociali molto comuni che aiutano a rendere i legami più forti: la passione condivisa rappresenta la relazione sentimentale perfetta.

La lettura è, invero, una compagnia solitaria; si legge da soli, ma in compagnia del libro.
L’atto del leggere può far nascere dentro le persone la “sete di sapere”, corrispondente alla continua ricerca di nuovi mondi, o meglio di nuove realtà.

Con la lettura nasce nella mente quel bisogno di conoscenza di cui parlavamo all’inizio: più si legge e più la testa si risveglia dall’ignoto, per sbocciare verso la luce.

Il significato di sbocciare è schiudersi, aprirsi, cominciare a rinnovarsi.
Per i vegetali è il tornare nuovi alla vita, proprio delle stagioni.

La lettura è la continua ricerca della luce, come un albero che dalle radici risale in superficie e segue il Sole per nascere e poi crescere forte e saldo.

Una delle parti dell’albero si chiama libro. Si tratta di uno strato del tronco composto da fibre flessibili. Esse hanno il compito di portare acqua e sali minerali dalle radici su fino alle foglie.

Ecco che il libro dell’albero placa la “sete di sapere” attraverso l’acqua, quell’elemento che rappresenta la vita. L’esperienza che possiamo fare tutti attraverso un libro placa la sete e alimenta la pianta della conoscenza comune dell’essere umano.
Questo flusso di consapevolezza porta benessere alla mente e fa crescere ulteriore voglia di conoscenza. L’albero continuerà a richiedere sempre più acqua per crescere in forze: è nella sua natura!

Ma come nasce in noi la conoscenza?

L’albero, prima di essere tale, è un seme piantato nel terreno fertilizzato dalla pioggia emozionante. Il seme rompe la terra per uscire all’aria e alla luce, cercando la vita.

Il nostro seme è la mente, mentre la lettura è una delle strade per procedere.
Attraverso di essa rompiamo il terreno dell’ignoto e germogliamo passo passo cercando la nostra luce interiore, entrando nella nostra anima più profonda, scoprendo noi stessi.

Il seme cresce con il Sole e il caldo. In estate, ovvero nel benessere, la lettura diventa sempre più facile: con la luce la mente cresce forte e rigorosa, prendendo forza dall’illuminazione.

In inverno, cioè col freddo interiore, si ritira e si rallenta. La lettura è un mezzo per la crescita personale: per leggere devi stare bene e avere energia, così la tua mente può respirare e procedere oltre i limiti. Nei periodi rigidi, non si ha forza e concentrazione per apprendere dal libro: hai avuto modo di provarlo?

La lettura può essere paragonata al viaggio del seme che con forza, coraggio e dedizione esce dall’ombra della terra sicura per crescere e ramificare in un elemento nuovo, il cielo.
Fare le foglie, i fiori e infine i frutti è una conseguenza spontanea quanto inevitabile.

Secondo noi, ogni libro letto è come un viaggio interiore alla scoperta di se stessi, così che la mente, il nostro seme, si schiuda per aprirsi ad ogni meraviglioso imprevisto di cui è costellato il cielo. La lettura è uno dei possibili cammini che si possono percorrere per conoscersi e far germogliare la propria anima. Ogni volta che decidiamo di sbocciare attraverso la lettura stiamo facendo crescere il seme della conoscenza personale portando la nostra mente in luoghi inesplorati di noi stessi.

Come si può germogliare attraverso un libro?

Non siamo noi a scegliere, è il libro che ci porta nella parte al Sole della nostra coscienza.
Esso può rappresentare la strada giusta per poter far crescere il nostro seme in quel determinato periodo. Perciò, se sappiamo ascoltarci, un libro può dirci che è arrivato il momento di germogliare per trarne insegnamenti fruttuosi.

Ti è mai capitato di acquistare un libro e leggerlo a distanza di tempo?
Eppure, è sempre stato lì nella tua libreria, ma ad un certo punto sembra che ti chiami e poi senti l’impulso irrefrenabile di coglierlo. Dopo averlo letto può capitare di accorgersi che era il momento per farlo, attivando il seme, e capire che prima non si sarebbero potuti cogliere gli stessi insegnamenti. Ecco che l’albero interiore continua a crescere, forte e robusto, perché il seme si è aperto al momento giusto trovando il Sole per rinascere a nuova vita.

La sensazione di sbocciare, provocata da un libro sulla nostra anima, attraverso l’apertura della mente può far vivere in modo così straordinario da cercare sempre la luce dentro di noi da quel momento in avanti.

Elisa Scalvenzi & Dario Ramerini

Gli articoli di Alternative Lifestyle

👆 Ecco la pagina 👆

+6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo articolo ti è stato utile? Potresti condividerlo.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn